Viaggia sicuro
Proteggi il valore
del tuo acquisto.
Inclusa nel prezzo
la garanzia
da danni accidentali
su migliaia di prodotti.
Solo da noi
Garanzia
24 mesi di protezione
da danni accidentali,
riparazione
o sostituzione

in caso di
foratura o danno.
Scopri di più
Torna ad elenco articoli del blog

PNEUMATICI: TRAVELLING SAFE, VIAGGIARE SICURI

Pubblicato in Pneumatici da , sabato 11 ottobre 2014 0

Anche Pirelli, in collaborazione con la Polizia Stradale, mette alla prova gli pneumatici delle nostre auto. Sulla pista di Vizzola Ticino, nei pressi di Varese, Pirelli ha voluto dimostrare quanto sia importante vestire pneumatici in buono stato.

Pneumatici: le prove di Pirelli

Come avrete potuto leggere in un nostro recente articolo, i risultati della campagna Vacanze Sicure sono allarmanti. Sono troppi infatti, gli pneumatici vecchi, usurati, non conformi e non omogenei che la Polizia Stradale ha rilevato nei propri controlli su strada. Per questa ragione, ci sentiamo di ripetere che gli pneumatici sono fondamentali per viaggiare sicuri. Non a caso, Travelling Safe è il nome dell’iniziativa di cui abbiamo parlato in apertura. Volete partire per le vacanze e arrivare sicuri? Seguiteci nelle prove.

Quattro le attività organizzate su quattro auto differenti, così da poter meglio evidenziare le conseguenze di una cattiva gestione degli pneumatici.

  • La prima prova viene effettuata su una BMW Serie 3 che calza quattro pneumatici Pirelli P Zero, di cui i due posteriori fortemente usurati, mentre gli anteriori sono nuovi di zecca. Il risultato della prova è pessimo: l’auto non trova il proprio bilanciamento e mantenere la traiettoria diventa un miraggio.
  • La seconda prova viene effettuata su una Volvo V40 che veste gli pneumatici Pirelli Cinturato P7. Due i test: uno con pneumatici usurati e sgonfi, l’altro con pneumatici nuovi gonfiati secondo le direttive della casa costruttrice. Basta una gomma un po’ sgonfia (-0,8 bar) perché l’auto perda il proprio bilanciamento sotto-sovrasterzo. Inoltre, il veicolo manca di aderenza, dando problemi in caso di aquaplaning.
  • Le difficoltà legate al fenomeno dell’aquaplaning si è reso evidente nella terza prova che ha visto in campo una Audi A6 che ha in dotazione i Pirelli P Zero. 7 mm di acqua da affrontare prima con le gomme usurate, poi con le gomme nuove. Ovviamente, la tenuta si è rivelata insufficiente. Basta un semplice errore per finire a gambe all’aria.
  • La quarta prova è stata effettuata con una Wolkswagen Tiguan e le Pirelli Scorpion Verde. I test di quest’ultima prova, hanno visto l’auto ed i suoi pneumatici affrontare uno slalom ed una frenata brusca sul bagnato. Le gomme erano prima sgonfie e poi gonfie. Le curve sono state affrontate con difficoltà e senza l’usuale brio. Le frenate hanno visto una spazio di frenata più lungo. Giusto quella differenza che ci può dividere dalla salvezza in caso di incidente

Vi auguriamo dunque di viaggiare sicuri…perché Travelling Safe is important!

Partecipa alla discussione

{{newComment.error.msg}}

Commenti

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo ed esprimere il tuo parere!