Viaggia sicuro
Proteggi il valore
del tuo acquisto.
Inclusa nel prezzo
la garanzia
da danni accidentali
su migliaia di prodotti.
Solo da noi
Garanzia
24 mesi di protezione
da danni accidentali,
riparazione
o sostituzione

in caso di
foratura o danno.
Scopri di più
Torna ad elenco articoli del blog

Pneumatici estivi 2019: ecco quando sostituirli

Pubblicato in Consigli, Pneumatici da , venerdì 23 agosto 2019 0

Le gomme estive non vanno cambiate alla fine dell’estate: scopriamo dunque quando sostituire i pneumatici estivi nel 2019 in base alle normative vigenti.

Il termine “gomme estive” identifica i pneumatici destinati alla stagione più calda dell’anno: sono coperture adatte quindi all’estate, ma che non esauriscono il loro compito al termine del periodo estivo. Scopriamo quindi quando sostituire i pneumatici estivi nel 2019: la normativa prevede che le gomme per l’estate vengano rimpiazzate da quelle invernali – o in alternativa dalle all season – a partire dal 15 ottobre e gli automobilisti hanno un mese di tempo per provvedere a tale operazione. Ciò significa che fino al 15 novembre è possibile circolare con a bordo i pneumatici estivi, nonostante la stagione calda sia finita da un pezzo e ci si trovi ad autunno inoltrato. Da tale data in poi, però, diventa obbligatorio installare coperture invernali o quattro stagioni.

Cosa prevede la legge

La normativa in vigore dunque ammette 30 giorni di tolleranza, passati i quali si può essere puniti con sanzioni di tipo amministrativo o addirittura con il ritiro del mezzo se a bordo del veicolo sono montati pneumatici inadatti al tipo di stagione. Sono ovviamente esclusi dall’obbligo del cambio tutti gli automobilisti che utilizzano gomme quattro stagioni, le quali anche a livello legislativo sono adeguate a circolare durante i dodici mesi. Chi invece monta coperture stagionali, entro il 15 novembre deve provvedere a sostituire i pneumatici estivi con quelli invernali. Ma perché si dà tempo fino ad autunno inoltrato per cambiare gomme ideate e realizzate per i mesi più caldi? Semplicemente perché nel nostro Paese l’inverno si presenta rigido solo in determinate zone, nelle quali è vivamente consigliato provvedere alla sostituzione dei pneumatici sin dal 15 ottobre, termine minimo previsto dalle normative.

Il clima particolare del nostro Paese

Allo stesso modo anche nelle aree in quota si suggerisce di provvedere a tale sostituzione non appena possibile, in maniera da non farsi trovare impreparati davanti ai primi freddi o alle prime precipitazioni intense. Buona parte della nostra penisola è però caratterizzata da un clima mite e non è affatto raro che in determinate zone – quelle più a sud – il caldo estivo permanga ben oltre la fine “canonica” dell’estate, a volte fino ad ottobre inoltrato. Ecco perché come termine ultimo per il cambio gomme è stato fissato il 15 novembre, per evitare che coperture pensate per il freddo possano rovinarsi se utilizzate con un clima mite se non addirittura ancora estivo. Infatti così come i pneumatici estivi sono inadatti alla stagione invernale, quelli invernali possono deteriorarsi molto rapidamente se utilizzati con temperature più elevate di quelle previste, perdendo efficienza e diventando di conseguenza insicuri ed inaffidabili.

Pneumatici estivi e invernali: differenze

Pneumatici estivi ed invernali sono molto differenti fra loro e potremmo dire che nell’attuale panorama di gomme auto non esistono prodotti più diversi. I primi hanno una mescola più dura proprio per non usurarsi troppo rapidamente con le elevate temperature, i secondi sono più morbidi e con un composto arricchito di silice in modo da raggiungere più in fretta la corretta temperatura di esercizio anche con le basse temperature. Le gomme invernali, infatti, sono studiate per essere impiegate quando la temperatura è inferiore ai 7°, se superiore i pneumatici sono portati a surriscaldarsi, con un incremento dell’usura che può causare anche lo sfaldamento del battistrada. Per tale ragione dunque il periodo di utilizzo delle coperture estive è esteso fino al 15 novembre, proprio per evitare di usare gomme invernali con temperature inadeguate. In conclusione, in molte aree d’Italia l’estate dura più a lungo per le coperture estive, perché il clima è più adatto a questo tipo di pneumatici rispetto a quelli invernali.

Partecipa alla discussione

{{newComment.error.msg}}

Commenti

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo ed esprimere il tuo parere!