Viaggia sicuro
Proteggi il valore
del tuo acquisto.
Inclusa nel prezzo
la garanzia
da danni accidentali
su migliaia di prodotti.
Solo da noi
Garanzia
24 mesi di protezione
da danni accidentali,
riparazione
o sostituzione

in caso di
foratura o danno.
Scopri di più
Torna ad elenco articoli del blog

È possibile montare pneumatici diversi sullo stesso asse?

Pubblicato in Consigli, Pneumatici da , lunedì 16 settembre 2019 0

Si possono montare pneumatici diversi sullo stesso asse? Scopriamo per quale motivo questa procedura è vietata e quali sono i rischi per gli automobilisti.

È possibile montare pneumatici diversi sullo stesso asse di una vettura? Iniziamo subito col rispondere alla domanda: no, non è possibile, questa procedura è addirittura vietata, come specificato da Assogomma. C’erano dei dubbi relativi a questa scelta in quanto il Codice della strada non si esprime chiaramente – secondo alcuni punti di vista – circa il montaggio di gomme differenti sul medesimo asse, ma a fare luce ci ha pensato Assogomma, specificando appunto che questa operazione è vietata e che “i pneumatici montati sullo stesso asse devono essere dello stesso tipo, cioè identici” stando alle parole del direttore Fabio Bertolotti. La configurazione ottimale per qualunque vettura prevede che si installino quattro pneumatici perfettamente identici, aventi tutti le medesime caratteristiche per garantire “omogeneità” al comportamento del veicolo.

Le caratteristiche dei pneumatici da montare

Tutte e quattro le gomme, insomma, devono essere della stessa tipologia – ovvero invernali, oppure estive o quattro stagioni – di identica misura e con i medesimi indici di carico e di velocità, nonché possedere la stessa struttura e disegno del battistrada. Il fatto che le vetture vengano vendute agli automobilisti con quattro gomme perfettamente identiche non è un caso, perché solo con tale configurazione si può ottenere un comportamento ottimale da parte dell’auto. Tutte le altre soluzioni non sono consigliate proprio in quanto andrebbero ad inficiare il comportamento del veicolo, rendendo le reazioni imprevedibili. Questo ha a che fare con il semplice buon senso, ma è anche non corretto affermare che il Codice della strada non si pronunci riguardo alle gomme da montare e pertanto possono essere installate coperture differenti anche sul medesimo asse; esistono diverse norme a livello europeo che sanciscono che le gomme a bordo di una vettura debbano essere tutte uguali.

Cosa ci dicono le normative

Nello specifico, le normative affermano che le gomme debbano essere del medesimo tipo sullo stesso asse e su entrambi gli assi e il regolamento 117 precisa che i quattro pneumatici a bordo del mezzo devono essere dello stesso fabbricante, avere tutti la medesima destinazione d’uso, la stessa struttura, tipologia e disegno del battistrada, proprio come indicato in precedenza. Non è vero, dunque, che il Codice della strada non specifichi quali gomme possano essere installate sul mezzo lasciando libera interpretazione all’automobilista, le norme ci sono e sono anche piuttosto precise a riguardo. Tali precisazioni sono giunte, nel corso degli anni, pure da parte del Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture, declassando perciò a “bufala” quella che sostiene che è possibile montare gomme diverse sullo stesso asse poiché non vi sono indicazioni regolamentari precise su questo aspetto.

Perché si è insinuato il dubbio?

Tale dubbio si è creato poiché le indicazioni da parte dei regolamenti europei e del Ministero dei Trasporti sono catalogati come “consigli” e pertanto non vengono considerati un obbligo, e perciò in molti ne hanno approfittato “denunciando” la mancanza di specifiche norme in tal senso. Il consiglio però è formulato a tutto vantaggio della sicurezza dell’automobilista, per cui pur non essendovi un obbligo è meglio seguirlo per ridurre i rischi quando ci si trova alla guida. Queste precisazioni da parte del Ministero sono arrivate perché era in crescita il numero di automobilisti che decideva di montare sulla propria vettura pneumatici differenti, ad esempio due invernali sull’asse della trazione e due estivi sull’altro asse; scelta sbagliatissima poiché si tratta di coperture profondamente diverse fra loro, che possono avere reazioni imprevedibili e rendere la vettura complicata da guidare in determinate situazioni. Su asfalto scivoloso in inverno, ad esempio, le gomme invernali avranno la giusta aderenza, quelle estive saranno soggette a mancanza di grip.

Altre leggende relative ai cambi gomme

Sono tanti coloro che ritengono che sia possibile avere a bordo gomme di diversa tipologia poiché la stessa cosa accade quando si fora e il pneumatico bucato viene sostituito dal ruotino; dicendo così, però, non si tiene conto del fatto che il ruotino è una soluzione assolutamente temporanea e va sostituito il prima possibile. La sua utilità si limita al non lasciare a piedi l’automobilista in difficoltà e a consentirgli di raggiungere la prima officina disponibile – oppure la propria abitazione – per poi provvedere a montare una nuova gomma uguale alle altre 3 già installate sul veicolo. Quando si monta il ruotino, ci sono delle precise regole da rispettare: il limite di velocità è fissato a 80 chilometri orari e la distanza massima percorribile è di 80 chilometri, proprio a sottolineare la natura temporanea di tale soluzione.

Sono previste sanzioni per chi monta gomme diverse sullo stesso asse?
Infine va preso in considerazione anche l’aspetto relativo alle sanzioni: montare gomme differenti sullo stesso asse comporta delle multe per l’automobilista. Si tratta di sanzioni salate poiché optando per pneumatici diversi sul medesimo asse si alterano le caratteristiche costruttive della vettura, che per tale ragione può essere soggetta a revisione o addirittura a sequestro in caso di controlli. Questi provvedimenti vengono assunti se il mezzo non a norma circola in condizioni meteorologiche avverse. In conclusione, montare gomme diverse sullo stesso asse è innanzitutto sconsigliato ma soprattutto vietato, e pertanto si può andare incontro a sanzioni se si verificasse tale eventualità. Montare gomme diverse sui due assi – ma uguali nei medesimi assi – non è invece vietato esplicitamente, tuttavia è sconsigliato: il massimo in termini di performance e sicurezza si ottiene solamente con quattro pneumatici tutti uguali.


Partecipa alla discussione

{{newComment.error.msg}}

Commenti

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo ed esprimere il tuo parere!