Viaggia sicuro
Proteggi il valore
del tuo acquisto.
Inclusa nel prezzo
la garanzia
da danni accidentali
su migliaia di prodotti.
Solo da noi
Garanzia
24 mesi di protezione
da danni accidentali,
riparazione
o sostituzione

in caso di
foratura o danno.
Scopri di più
Torna ad elenco articoli del blog

6 falsi miti sui pneumatici

Pubblicato in Pneumatici da , giovedì 20 novembre 2014 0

I pneumatici sono senza dubbio il componente più importante sul vostro veicolo. Sono, tuttavia, tra gli elementi meno compresi. Permettetemi di elencare alcune credenze sbagliate molto comuni circa i pneumatici.

1. Il sistema di monitoraggio della pressione dei pneumatici (TPMS) nella mia nuova macchina mi assicura che le gomme siano adeguatamente gonfiate.

La verità: TPMS non è tenuto a emettere un avviso finché la pressione è del 25 per cento al di sotto della pressione raccomandata del costruttore del veicolo. Questo è “ben al di sotto della pressione necessaria per una guida sicura”, e “appena sufficiente a sostenere il carico massimo del veicolo”, dice l’Associazione dei produttori di gomma. TPMS è inteso come un avvertimento dell’ultimo minuto prima della rottura del pneumatico imminente, non come monitor per assicurarsi che i pneumatici siano gonfiati correttamente.

Acquista un manometro di qualità e controlla la pressione dei pneumatici frequentemente, verificando che la pressione sia quella raccomandata del costruttore del veicolo, che trovi sul montante della porta del conducente. I misuratori di pressione dei pneumatici possono essere imprecisi e le gomme possono perdere fino a 1 psi al mese, per questo raccomandiamo di gonfiarli di 1 o 2 psi in più. Una pressione più elevata migliora la resistenza all’aquaplaning e, se siete come la maggior parte degli automobilisti, non vi preoccuperete di controllare nuovamente i pneumatici per sei mesi.

2. In caso di sostituzione di solo due pneumatici, quelli nuovi vanno sulla parte anteriore.

La verità: i pneumatici posteriori forniscono la stabilità, e senza stabilità, dello sterzo o di frenata su una superficie bagnata o anche umida potrebbe verificarsi una rotazione del veicolo. Se si dispone di gomme nuove davanti, saranno in gradi di disperdere l’acqua facilmente, mentre quelli posteriori potrebbero fare il surf: L’acqua letteralmente solleva le gomme posteriori portandovi fuori strada. Se state percorrendo anche solo una leggera curva, la vettura andrà fuori controllo così in fretta che non sarà in grado di dire: “Oh, cavolo!”

Non c’è “se”. Sia che possediate un auto a trazione frontale, posteriore o quattro ruote motrici, camion, o SUV, i pneumatici con il battistrada migliore vanno dietro.

3. Un pneumatico può esplodere se la pressione supera il numero “max psi” impresso sul fianco.

La verità: Il numero “max psi” non ha nulla a che fare con la pressione di scoppio di un pneumatico. La “max psi” ed i numeri “carico massimo” indicano la pressione alla quale il pneumatico porterà la massima quantità di peso. Un nuovo pneumatico di qualità non esploderà a un multiplo della pressione “max psi”. I produttori di pneumatici sono tenuti a non rivelare l’esatta pressione di scoppio, ma io non esiterei a raddoppiare la “pressione massima” di ogni nuovo pneumatico. Invece colpire una grossa buca con i pneumatico gonfiato a pressione super-alta può causare effettivamente un danno alla struttura.

4. Dal “carico massimo” dipende il grip in curva.

La verità: Se non avete letto il punto precedente, fatelo ora.

5. pneumatici ribassati montati su ruote di grande diametro migliorare la tenuta di strada.

La verità: I fianchi ribassati dei pneumatici migliorano la risposta dei pneumatici quando il conducente gira il volante, quindi in curva, grazie alla maggiore rigidita strutturale. Ciò spesso da al conducente la falsa impressione che il pneumatico abbia tonnellate di aderenza. Ma dopo il movimento iniziale, è il composto della mescola del battistrada (da cui dipende la viscosità della gomma) che determina quanto bene i pneumatici aderiscono al suolo. Inoltre, la combinazione di una ruota di grande diametro e di basso profilo è generalmente più pesante del primo equipaggiamento. Ciò significa che la sospensione può non essere in grado di mantenere il pneumatico in contatto con il pavimento.

6. Tutti i pneumatici aventi la stessa denominazione sono esattamente delle stesse dimensioni.

La verità: che tutti i pneumatici 225 / 35 R 19 sono esattamente 225 millimetri di larghezza ed i fianchi esattamente il 35 per cento della larghezza non è vero. A differenza di ciò che è comunemente creduto, e logico; le tolleranze di produzione fanno si che due pneumatici 225 possano differire di alcuni millimetri di larghezza.

Tutti i pneumatici prodotti nello stesso lotto di produzione sono certamente identici, ma quando prodotti in stabilimenti diversi possono in realtà presentare dimensioni leggermente diverse.

Tra un produttore di pneumatici e l’altro la differenza può essere strumentale, cioè… La gomma costa, e dato che l’associazione dei produttori consente un certo margine di differenza per coprire le tolleranze di produzione tra un brand premium ed un brand economico la larghezza di un pneumatico 225 può variare di alcuni millimetri stabilmente. I produttori più economici sempre alla ricerca di ridurre i costi di produzione possono scegliere di utilizzare meno materiale, riducendo così i costi in un settore in cui i margini di profitto sono molto bassi. Così alcuni produttori possono lesinare un po di gomma quà e là.

Partecipa alla discussione

{{newComment.error.msg}}

Commenti

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo ed esprimere il tuo parere!