Viaggia sicuro
Proteggi il valore
del tuo acquisto.
Inclusa nel prezzo
la garanzia
da danni accidentali
su migliaia di prodotti.
Solo da noi
Garanzia
24 mesi di protezione
da danni accidentali,
riparazione
o sostituzione

in caso di
foratura o danno.
Scopri di più

Euro import dei pneumatici, i rischi.

Autore Max Favilli - aggiornato il 06/09/2019 26

La scelta delle gomme ogni anno coinvolge tantissimi automobilisti che spesso non sono molto esperti in materia e finiscono per acquistare prodotti di scarsa qualità o non adatti al proprio veicolo.

Molto di moda sul web è l’import parallelo di pneumatici da altri paesi della zona euro, spesso motivata dall’obiettivo di aggirare il fisco italiano non versando l’IVA dovuta..

Acquistando online pneumatici importati dall’europa attraverso questo meccanismo si può risparmiare qualche Euro ma si corre il rischio di incappare in gravi conseguenze.

Bisognerebbe informarsi bene prima di compiere una scelta di questo tipo. Del resto, anche dal punto di vista normativo, ormai esistono tante disposizioni che regolano l’acquisto e l’uso degli pneumatici, risparmiare qualche euro con l’import dei pneumatici dalla zona euro è rischioso quando si configura come illecito a causa del mancato versamento dell’iva.

I pneumatici sono fondamentali per la propria sicurezza, da loro dipende la stabilità, la tenuta di strada e gli spazi di frenata della propria vettura. Per questo è importante acquistarli attraverso canali ufficiali e sicuri.

I rischi dell’acquisto di pneumatici senza fattura

Spesso i soggetti che vendono pneumatici importati dalla zona euro attraverso triangolazioni hanno il preciso scopo di aggirare il versamento dell’IVA, per cercare di nascondere questo comportamento illegale solitamente non emettono fattura.

Anche il privato ha diritto alla fattura, non solo chi è titolare di partita IVA.

  • Senza la fattura, in caso di difetti di fabbricazione non sarà possibile attivare la garanzia.
  • Senza la fattura che attesti il versamento dell’IVA, all’acquirente potrebbe in futuro venire contestato il reato di incauto acquisto o in base alla legge sulla responsabilità solidale dell’acquirente con il venditore per il pagamento dell’Iva essere obbligato a versare l’IVA non corrisposta dal venditore.
  • Senza la fattura che attesti il versamente del contributo per lo smaltimento dei pneumatici il gommista potrebbe chiedervi di pagarlo nuovamente.

La legge non ammette ignoranza. Ed il fisco italiano è sempre più aggressivo con chi cerca di evadere i tributi dovuti.

È sbagliato moralmente

Ma c’è anche una considerazione morale, acquistare da chi evade il fisco è sbagliato perché favorisce l’illegalità e la concorrenza sleale.

Chi evade le tasse è tre volte ladro, perché utilizza le strutture del paese a sbaffo; sottrae risorse che non potranno essere destinate a scuole, ospedali e strade; e altri cittadini dovranno pagare di più a causa sua. Evadere le tasse è come rapinare.

Chiedete sempre la fattura.

Un prezzo dei pneumatici inferiore del 20% dovrebbe insospettirvi, chiedete preventivamente conferma ed assicuratevi dell’emissione di regolare fattura a fronte del vostro acquisto. Spesso è sufficiente leggere le condizioni generali di vendita, che ogni sito web di vendita pneumatici è obbligato a pubblicare, per rilevare la presenza di frasi astruse tese a nascondere l’intento evasivo.

  • Eviterete spiacevoli discussioni con il gommista sul versamento della tassa di smaltimento.
  • Sarete certi di poter attivare in qualsiasi momento la garanzia.
  • Dormirete sonni tranquilli sicuri che la finanza non busserà alla vostra porta.
  • Ma soprattutto saprete di aver acquistato da un venditore onesto che paga le tasse e contribuisce a pagare i servizi di cui noi tutti usufruiamo.

Partecipa alla discussione

{{newComment.error.msg}}

Commenti

by Paolo - 07/11/2015 alle 11.59

Allora perché lo stato Itsliano consente tutto ciò? Manco dovrebbero esistere cose illegali alla vista di tutti e lo stato cosa fa punisce chi compra invece di blindare sto siti che spuntano come funghi....sempre la solita storia nessuno fa niente e chi ci rimette è il cittadino!!!

by peter - 09/01/2016 alle 19.32

Chi favorisce l'evasione fiscale si sa é colui che acquista ovvero il cliente finale....basterebbe che questi sia messo nella possibilità di detrarre, nella giusta misura, il costo di ogni acquisto....non ci sarebbero più disonesti evasori appartenenti alle principali categorie di professionisti, commercianti ed artigiani......ma chi governa ....spesso é molto amico di costoro......

by Francesco - 26/04/2016 alle 23.55

Le leggi sul l'importazione sono europee non italiane. Pertanto l'Italia può fare ben poco. Il motivo perché non si fa niente? Grazie alla nostra evasione paesi con Germania Francia ecc stanno esportando tantissimo e quindi a loro conviene che si continui così. Chi fa le spese sono le aziende serie italiane che vengono viste da voi acquirenti più care , a volte anche più ladre. 


Risposta di Max Favilli il 27/04/2016 alle 11.45
In realtà non è così, tutti gli esperti da noi interpellati sottolineavano che le normative europee sono chiare, tanté che in altri paesi come la Germania e l'Austria il fisco locale è ricorso alla corte di giustizia europea, ed ha seguito delle sentenze favorevoli ottenute a multato i soggetti fiscali dei loro paesi. Purtroppo in Italia la normativa invece è certamente confusa, e permette ad alcuni operatori di evadere l'IVA, poi si aggiungono alcune Direzioni Regionali della Agenzia delle Entrate, che interpretano in maniera sbagliata le norme, a favore degli evasori (si spera per dolo e non per colpa) consentendo una pesante turbativa del mercato e l'evasione di IVA per decine di milioni di euro. Se avessimo un macchina pubblica efficiente qualcuno interverrebbe, purtroppo nel nostro paese non è così.
by Sandro - 29/05/2016 alle 18.38

Mi intrometto nella discussione per esprimere il mio disaccordo nell' individuare l'acquisto di pneumatici on line come un metodo "elegante" per evadere l'I. V.A. . Esiste una  norma dello Stato che disciplina gli scambi commerciali tra operatori comunitari (d.l. 331/93) che NON prevede il versamento dell'imposta ma, addirittura, la sua neutralizzazione ( ovvero azzeramento per compensazione debito/ credito). Paesi come Germania e Francia, quindi, esportano molto perché applicano prezzi migliori o minor ricarico di commercianti italiani. Occorre smetterla di colpevolizzare chi acquista on line, così come la stragrande maggioranza dei sigg. Gommisti dovrebbe smetterla di far pagare cifre esorbitanti per far montare 4 pneumatici al solo fine di " punire" il cliente. Quest'ultimo cerca legittimamente di risparmiare, così come alcuni gommisti fanno il nero per risparmiare (illegittimamente)......... ma questo aspetto sembra giustificabile..... comprare le gomme su internet invece va colpevolizzare, chissà perché. E poi si parla di evasione di IVA. credo che prima di parlare ci si debba mettere a studiare le norme, riflettere, riflettere, riflettere...... e poi parlare.

Risposta di Max Favilli il 31/05/2016 alle 00.36
L'articolo evidentemente non è abbastanza chiaro, anche noi acquistiamo in europa per ottenere prezzi migliori. Acquistiamo INTRA, con il meccanismo del reverse charge, ed al momento della vendita in Italia applichiamo l'IVA al 22% e la versiamo. Altri, acquistano INTRA, quindi non versano l'iva nel paese di importazione, come facciamo noi, e non applicano l'IVA quando vendono in Italia, sostenendo che l'operazione è imponibile nel paese di origine. Cioè non versano l'IVA in nessun paese. E questa è evasione fiscale. Alcuni invece sostengono che l'IVA imponibile è solo sulla prestazione di intermediazione, ed affermano di avere un rapporto di mandato con rappresentanza, il risultato è molto simile, l'IVA non viene pagata in nessun paese. Noi abbiamo già documentato e denunciato a Guardia di Finanza ed Agenzie delle Entrate, ma ad oggi questi soggetti continuano incontrastati.
by marco - 04/10/2016 alle 17.33

Buongiorno, ho acquistato degli pneumatici online, una volta effettuato il pagamento mi arriva una email dal venditore con una fattura dove NON compare l'IVA con questa dicitura:


TOTALE CESSIONE DI BENI SOGGETTI

ART. 7 BIS D.P.R. 633/72 PER

TERRITORIALITA' DEL BENE

€ 163,60

B)

CONTRIBUTO PFU SOGGETTO ART. 7

BIS D.P.R. 633/72 PER TERRITORIALITA'

DEL BENE

€ 8,00

SPEDIZIONE INCLUSA

TOTALE € 171,60

Trattasi di evasione fiscale? Dovrò pagare io l'IVA?

Grazie



Risposta di Max Favilli il 05/10/2016 alle 16.02
Ti consiglio di rivolgerti alla GDF.
by Antonino - 11/10/2016 alle 17.05

Leggo il messaggio di Marco e mi preoccupo.. anche io ho comprato e poi oggi è comparso sulla pagina Facebook di Euroimport un articolo di PneusNews dove pare che siano indagati per evasione di iva e pare che addirittura ci sia il penale per loro. Spero vivamente che non ci siano delle ripercussioni sui clienti finali... di solito in questi casi l'iva la potrebbero chiedere anche a noi che abbiamo comprato. se così fosse farò causa a anche io a loro!

Vi riporto qui il link dell'articolo che è comparso sulla pagina facebook di Euroimport:

http://pneusnews.it/2016/10/11/euroimport-pneumatici-sotto-indagine-possibili-risvolti-penali-2/


by Alessandro - 11/10/2016 alle 22.25

Sono un Gommista e tutti i giorni vivo la guerra dei prezzi e combatto contro la concorrenza sleale. Ciò che vi posso garantire è che quando un cliente acquista da siti non evasori una volta aggiunto il costo dei miei, il prezzo finale e molto simile come se avessi fornito gli pneumatici io. Differenze rilevanti si trovano quando acquistano su siti disonesti, e guarda un pó casualmente la differenza si aggira tra il 20 e il 25 %. Purtroppo o per fortuna la legge non ammette ignoranza. Se il venditore è scorretto l'acquirente non è da meno. Personalmente non ho nulla contro i siti, perché comunque una volta acquistati, sempre un Gommista deve offrirti i servizi. Quello che mi dispiace è essere chiamato ladro da chi consapevolmente acquista in modo incauto e recando danno al paese dove vive.

by Alessandro - 12/10/2016 alle 22.13

Quando si acquista a prezzo troppo inferiore rispetto alla media di mercato e palese che qualcosa non va. La legge non ammette ignoranza, si chiama incauto acquisto. L'utilizzatore finale paga una sanzione è provvede a versare l'iva evasa.

by luigi scaringella - 13/01/2017 alle 11.05

Buongiorno. Scusate ma mi sento di dover dire la mia: ho appena acquistato dalla ditta sotto accusa 4 pneumatici risparmiando su altri fornitori la bella somma di 3(tre) euro a pneumatico. Ho scelto loro perchè altri pretendevano un ricarico di 20 (venti!) euro per il pagamento con paypal, richiesta che mi ha molto di più indispettito.Comunque resta il fatto che lo stesso prodotto va da 66 a 89 euro, con una concentrazione intorno ai 70 - 75, anche tra i rivenditori "fisici" dove vai e scegli di persona. Chiederei a quelli del prezzo massimo dove vivono.
Cordiali saluti a tutti
Luigi

by Giuseppe - 20/04/2017 alle 15.47

Per primo bisogna acquistare da commercianti onesti . Anni addietro comprai un'auto nuova in autosalone dopo qualche anno incominciò ad arrivare la ruggine sul tetto indagando a fondo ho scoperto che era una Macchina nuova grandinata che il commerciante fece verniciare.per risparmiare qualcosa ci rimisi tanto.da allora prima di ogni acquisto valuto la correttezza del negozio,officina o locale.riguardo alla sostituzione degli Pneumatici sto ancora più attento è una questione di sicurezza per tutti.

by Daniele - 22/04/2017 alle 13.48

Pensare che l'acquirente finale possa conoscere se e come il venditore abbia pagato la tassa nel paese d'origine è che per questo gli si possa contestare l'incauto acquisto non è soltanto pretenzioso,è demenziale. 

by carlo fiore - 09/05/2017 alle 15.14

pagare e giusto ma se vanno a ospedali e ponti che vanno giu e quei ladri che sono al governo non va bene!!!

by Vittorio - 01/06/2017 alle 23.27

Lo stato deve fare i controlli

by Alessandro - 13/10/2017 alle 08.34

Non solo i siti sono il problema in Campania il  90% dei gommisti compra da questi banditi che evadono l'iva 

by Giuseppe Caluso - 15/10/2017 alle 12.02

https://www.ilmamilio.it/c/comuni/2767-tor-bella-monaca-due-gommisti-sanzionati-dai-carabinieri.html

http://www.pneusnews.it/2017/07/18/5-200-euro-di-multa-ad-un-gommista-senza-registro-pfu/


http://www.piacenza24.eu/irregolarita-nello-smaltimento-dei-rifiuti-officina-multata-per-oltre-4mila-euro/



by Nicola - 15/10/2017 alle 20.49

Bisogna far leggere al cliente i termini e condizioni di vendita , cosi si renderanno conto che il venditore di pneumatici on-line agisce con un mandato di rappresentanza e per nome e conto del cliente al momento che inserisce i suoi dati personali , fargli controllare la legge 633 e a questo punto si spera che cambiano idea, questo e quello che possiamo fare. Fate girare  grazie

by Paolo - 22/10/2017 alle 11.35

Io conosco un gommista che in media guadagna per un cambio di 4 pneumatici € 120. Poi, qualche foratura e qualche convergenza e la giornata è fatta

by Michele - 02/11/2017 alle 12.04

Mi viene veramente da ridere.

Illegale? Moralmente non lecito? Invece è tutto normale il raddoppio dei prezzi delle gomme con lira/euro, oppure 15/20 euro per la riparazione di una foratura. Avete applaudito l'Europa?

by Alessandro - 08/12/2017 alle 21.10

Controllore I  gommisti in Campania 

by MARIO - 11/03/2018 alle 13.04

Ma è possibile che non si possa arginare questa piaga, anche in altri settori?

Dicono sempre che tutti dobbiamo pagare le tasse, ma i poveri fessi che già li pagano non servono a pagare chi dovrebbe intervenire?

by Roberto - 18/04/2018 alle 21.28

Togliete l'I.V.A. e l'Italia torna a fiorire.


by Mario - 30/11/2018 alle 16.02

Dovendo cambiare le gomme vado dal mio gommista a farmi fare un preventivo, lui mi consiglia una determinata gomma e mi fa un conto preventivo di 558,00  euro vado a casa ,mi collego ad internet e digito la mia richiesta, totale alla cassa 394,00 consegna compresa ,ma non parla di iva ora ci sono circa 163 euro di differenza ,mettiamo l'iva al 22% fa 480,68 ,mettiamo il montaggio su cerchione in lega 40 euro 520,68 + tassa pfu 10 euro circa fa 530,68. guadagno del mio gommista 27,32 .

Calcolando che l'ui non può comprare sui siti internet che non pagano l'iva e che ha sulle spalle un affitto e tre dipendenti mi sembra onesto.

Però lo stato Italiano non lo tutela, permettendo che siti web comprino nel mercato europeo o siti europei domiciliati in Belgio o a malta POSSANO VENDERE ANCHE IN ITALIA anche se mi sembra assurdo senza far pagare L'iva nel nostro paese per mancanza di norme , leggi ,burocrazia da parte dei politici sempre più non attenti ai particolari ,che a noi privati cittadini ci penalizzano per il mancato gettito in entrata delle tasse

Ora le gomme le ho fatte montare dal mio gommista ma ho speso ben 120 euro in più che se le avessi comprate onestamente come tantissimi fanno sul web credendo che il tutto sia possibile e legale.

by MARCO - 23/03/2019 alle 09.47

LA COSA RIGUARDA NON SOLO LE GOMME MA ANCHE RICAMBI DI QUALSIASI GENERE FRENI AMMORTIZZATORI OLIO FILTRI BATTERIE CINGHIE BRACCI SOSPENSIONE FRIZIONI ECC... SONO TUTTI CONSIDERATI POI RIFIUTI SPECIALI E NOI AUTORIPARATORI SAPPIAMO COSA VUOL DIRE LO SMALTIMENTO LE REGOLE PER LA SICUREZZA ECC..PERCHE NESSUNO FERMA TUTTA QUESTA PRESA PER IL C..O???? 

by salvatore.impinna@gmail.com - 21/08/2019 alle 23.29

Buonasera, desidero sapere di che nazione sono le gomme Apollo Alnag 4g all seasons.

Il costo dell acquisto è comprensivo anche dello smaltimento?

Potrei sapere anche  il costo di 4 gomme  Nokian Tyres Weatherproof - dimensioni 195/50/R15  H82  e di che nazione sono. 

Grazie, saluti.

IMPINNA S.